REPARTI MOBILI: INCONTRO CON IL CAPO DELLA POLIZIA

Il Capo della Polizia ha presieduto l’incontro di oggi per affrontare le numerose problematiche che in questo periodo sta affrontando il personale in forza ai Reparti Mobili.

Presenti all’incontro anche il Vice Capo Vicario Prefetto Luisa Pellizzari, il direttore Centrale per le Risorse Umane Prefetto Giuseppe Scandone ed il Direttore Centrale per le Specialità della Polizia di Stato Dir. Gen. Daniela Stradiotto.

È dall’inizio dell’estate che i Reparti Mobili sono chiamati a super-impieghi a causa delle numerose situazioni di ordine pubblico che hanno riguardato tutto il Paese. Questo ha comportato turni massacranti, servizi rischiosi, spesso insufficiente recupero psicofisico tra un turno e l’altro, alloggiamenti inidonei, pasti saltati o sostituiti da ticket ecc. Inoltre, in molti Reparti sono stati accumulati numerosi giorni di recupero riposo, ferie, nonché ore di straordinario non pagate.

Il Prefetto Giannini ci ha tenuto a sottolineare che il personale dei Reparti Mobili sta mostrando grande professionalità nella gestione dei servizi tanto che anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha inteso inviare un messaggio per complimentarsi per l’altra professionalità dimostrata dal personale in servizio in occasione del G20 di Roma. Per questo abbiamo subito proposto di istituire apposito nastrino e la nostra richiesta è stata subito accolta con favore.

Il Capo della Polizia ha inoltre anticipato che è stato possibile reperire i fondi per liquidare tutti gli straordinari in esubero non pagati del secondo semestre 2020. Tali emolumenti dovrebbero essere corrisposti già nel mese di dicembre.

Inoltre, ci è stato comunicato che in occasione dei prossimi trasferimenti previsti nei mesi di febbraio e luglio, oltre al personale che era già stato previsto dovesse essere assegnato ai Reparti Mobili, si provvederà ad aumentare tali aliquote in modo importante, tenendo anche conto di inviare personale con una bassa età anagrafica. Al riguardo l’amministrazione sta valutando possibili soluzioni tra cui quella di attingere agli agenti di nuova nomina. La nostra federazione ha evidenziato che, attesa la necessità di fornire maggiore freschezza fisica agli organici dei Reparti Mobili, questo non deve comunque pregiudicare la possibilità a chi presta servizio fuori sede da numerosi anni di rientrare nei termini rispetto ai quali maturerebbe il diritto al trasferimento. Per tale motivo abbiamo anche sottolineato quanto sia indispensabile scongiurare ogni eventuale proposta di innalzamento dell’età anagrafica per l’accesso alla pensione.

Abbiamo inoltre ottenuto dal Capo della Polizia assicurazioni in merito ad una più attenta organizzazione relativamente alla consumazione dei pasti all’interno di ben delineate fasce orarie e all’individuazione di idonee situazioni alloggiative.

In merito ai famigerati indici di impiego di personale operativo dei Reparti l’Amministrazione si è riservata di valutare possibili soluzioni senza escludere una eventuale rimodulazione dei modelli organizzativi dei Reparti. Abbiamo evidenziato che non possono essere sottesi nella quota di disponibilità anche i servizi indispensabili per il funzionamento dei reparti, quali vigilanze, uffici segreterie, armerie, mense, veca, poligoni, automezzi ecc. Oltre a ciò va tenuto in considerazione che i Reparti hanno modalità di impiego differenti in quanto sono collocati in contesti territoriali operativi differenti. Il Reparto di Roma, ad esempio, non può certamente essere paragonato a quello dì Senigallia o di Taranto.

Non da ultimo abbiamo sottoposto al Capo la necessità che le richieste di impiego dei Questori siano il più possibile coerenti con la situazione reale di ordine pubblico da affrontare in modo da non disperdere importanti energie per eventi di poco conto.

Riteniamo comunque importante che il Capo della Polizia abbia voluto presiedere questa riunione, a significare la rilevanza che se ne è voluta dare, atteso l’impegno ad effettuare un tavolo tecnico periodico per verificare se le attenzioni messe in atto dal Dipartimento verso gli uomini dei Reparti Mobili abbiano realmente prodotto gli effetti sperati.

Roma, 17 novembre 2021

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento