E’ previsto per Mercoledì 3 giugno un incontro con il Dipartimento per l’approfondimento sulle modalità di svolgimento della seconda prova del concorso a 263 posti vice ispettore, invocato anche il 14 maggio scorso nel corso della riunione con il Capo della Polizia.

L’obiettivo prefissato e richiesto è quello di poter mettere tutti i candidati che devono sostenere questa prova, di potersi preparare adeguatamente partendo dalle stesse condizioni. 

In quella sede, poi, ribadiremo ancora una volta, come sempre fatto, ed anche il 14 maggio, la necessità di individuare un provvedimento normativo che, attesa l’eccezionale particolarità della situazione, possa permettere di scorrere la rimanente graduatoria del concorso a 501 vice ispettori (circa 150 posizioni), attingendo, tali unità a parte dei posti riservati al concorso pubblico (al momento oggettivamente impossibili da coprire con tale modalità) a cui sono a regime riservati il 50% dei posti disponibili.

Percentuale questa che anche durante i lavori del riordino avevamo chiesto che venisse almeno nella fase transitoria rivista (almeno 70% interno e 30% pubblico) in virtù dei tanti colleghi che ambiscono a un reale percorso di carriera e che auspichiamo, almeno in questo contesto particolare, possa trovare anche la condivisione delle altre OO. SS. e dell’Amministrazione.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento